Un pasticcino di cui sei golosa

New York City, Harlem Shake, Harlem

Ciao, Alessandra, ti mando un saluto, così, per simpatia e perché ti sto leggendo nel blog. Sono quella che ti si è avvicinata alla fine della presentazione alla Libreria del Touring di corso Italia …

Condividi su

Fare le orecchie ai libri

Sono una di quelle che fa le orecchie ai libri, dove ci trova qualcosa di sé, o per sé.Questo è il tuo libro, che ho iniziato e finito senza interruzioni. Quindi, grazie. Irene

I lettori sono i miei primi recensori. …

Condividi su

E adesso parliamo di vento

Il vento.

Il viandante e il vento.

Intanto cosa notiamo. Che sono due parole che si assomigliano.

Due parole che volano via. Vian – dan – te.  Ven – to. Che si elevano. Che salgono.

E poi poi anche scendono. …

Condividi su

Ortigia, come farsi conquistare da un luogo

A Siracusa ci sono finestre vista mare, librerie affollate, libraie ispirate e ispiratrici, lettrici e lettori generosi (anche da Pachino, Palazzolo Acreide, Belgio, Olanda…), ristoranti molto esotici e un po’ erotici, amici accoglienti, gatti impertinenti, sedie da leggere (o libri …

Condividi su